La civiltà della Grecia

Oggi parleremo della civiltà della Grecia attraverso questo riassunto ideale per bambini della scuola primaria, o scuola elementare. Siete pronti per questo viaggio che ci porterà indietro di più di 2000 anni? Allora iniziamo!

Buona ricerca, o buon ripasso, sulla civiltà della Grecia !

Prima di iniziare a leggere...

Stampa e ritaglia i nostri cartoncini!

Abbiamo preparato dei coloratissimi cartoncini da stampare e ritagliare. Contengono le tracce che puoi seguire per scrivere le tue ricerche scolastiche di storia, geografia e scienze! Inserisci i dati per riceverli via email! 😉

* campi obbligatori
   

Riassunto sulla civiltà della Grecia

Le origini della Grecia

La civiltà della Grecia è una delle civiltà più ricche della storia. La prima popolazione che giunse in Grecia e si stabilì nel Peloponneso furono i Micenei nel 2000 a.C. I Micenei erano un popolo di pastori guerrieri che stabilì il centro del proprio territorio nella città di Micene, da cui il nome di Micenei. Allevavano capre, pecore e cavalli che utilizzavano soprattutto i soldati in guerra. Erano anche abili artigiani di armi in bronzo. Questa popolazione venne in contatto con l’isola di Creta dalla quale imparò la navigazione e il commercio. Intorno al 1450 a.C. i Micenei conquistarono l’isola di Creta impossessandosi di tutte le loro rotte commerciali. I Micenei furono solo il primo dei popoli che abitarono la penisola Greca. Infatti intorno al 1200 a.C. in Grecia arrivò un altro popolo di guerrieri: i Dori. L’unione di tutti questi popoli, i Micenei, i Cretesi, i Dori diede origine alla civiltà dei Greci intorno all’800 a.C. Nel corso della loro lunga storia, la civiltà Greca venne in contatto con le popolazioni che vivevano in Asia Minore: i Persiani. Le varie guerre per la conquista di nuove terre in Asia Minore prima tra Greci e Persiani e poi tra Greci e Macedoni pongono fine alla civiltà Greca nel 338 a.C. con la conquista definitiva da parte dei Macedoni sulla Grecia. I greci furono una della più grandi civiltà della storia che fecero grandi progressi in tutti i campi della vita dell’uomo, come la matematica, la medicina, il teatro…….tanto che ancora oggi queste scoperte nei vari campi della vita fanno parte della nostra cultura.

La Grecia dei Micenei

I Micenei erano organizzati in città-stato, cioè in piccoli regni indipendenti uno dall’altro. Nonostante fossero indipendenti, le città-stato spesso si univano in caso di pericolo, formando un accordo chiamato alleanza-militare, per aiutarsi in caso di guerre o pericoli provenienti dall’esterno. Le città venivano costruite in cima a colline in modo da avere una posizione elevata dove poter vedere arrivare il nemico ed erano protette da enormi mura. Oltre le mura si sviluppavano la campagne che erano necessarie per fornire il cibo a tutta la popolazione. All’interno della città-stato in cima alla collina sorgeva il palazzo reale, costituito da due piani; i templi erano sempre all’interno delle mura e si trovavano vicino ai magazzini con le scorte di cibo. Anche le tombe dei re erano all’interno della città, mentre la popolazione viveva fuori dalle mura. Essendo i Micenei un popolo di guerrieri, la guerra per loro era molto importante, tanto che dopo aver conquistato l’isola di Creta, si spinsero fino in Asia Minore, dove si scontrarono con una potente città: la città di Troia. Questa città era molto potente e imponeva forti tasse a tutte le popolazioni che volessero commerciare in quelle terre. Fu così che le varie città stato Micenee si allearono per dichiarare guerra a Troia. Il conflitto tra le città micenee e la città di Troia durò lunghi anni. Troia era una città protetta da enormi mura e circondata da ben due fiumi, raggiungerla e riuscire ad entrare era molto difficile. La guerra iniziò nel 1250 a.C.e durò circa dieci anni. I Micenei in questi lunghi anni tentarono diversi assedi alla città e crearono accampamenti fuori dalle mura. La guerra di Troia è raccontata dal celebre poeta greco Omero nel suo poema Odissea. La conquista di Troia avvenne grazie a uno stratagemma dei soldati Micenei, che grazie al famoso cavallo di legno, riuscirono a introdursi all’interno delle mura della città di Troia e finalmente una volta dentro, riuscirono a conquistarla. La conquista di Troia fu il momento di massima espansione della civiltà Micenea. Dopo questa grande conquista le città-stato Micenee tornarono a dividersi e a lottare le une contro le altre, indebolendosi sempre di più e permettendo ai Dori nel 1200 di invaderle e conquistarle, ponendo fine alla civiltà Micenea.

I Dori

I Dori erano una popolazione di pastori nomadi provenienti dal Nord del Peloponneso. Vivevano di caccia e pastorizia ed erano una popolazione arretrata rispetto ai Micenei. Avevano però una grande esperienza sulla lavorazione del ferro, quindi le loro armi erano più resistenti e potenti di quelle in bronzo dei Micenei. Intorno al 1200 a.C. questa popolazione invase i territorio Micenei e iniziò il periodo storico chiamato età buia. Questo perchè i Dori non conoscevano la scrittura e quindi le informazioni giunte fino a noi di questo particolare momento storico sono molto scarse. Si sa che in questo periodo i Dori attaccarono ripetutamente i territori dei Micenei e che la popolazione abbandonò la campagne non sentendosi più sicura. Non essendoci più contadini, anche il cibo iniziò a scarseggiare e così anche il commercio con le altre città greche diminuì drasticamente. La maggior parte della popolazione iniziò a scappare lungo le coste dell’Asia Minore per migliorare le proprie condizioni di vita e fondarono numerose colonie. L’età buia terminò intorno all’800 a.C. quando i Dori e le popolazioni micenee iniziarono a convivere pacificamente dando origine così alla civiltà dei Greci. Iniziò cosi un periodo di grande rinascita di tutte le attività economiche. Sorserò così nuove città che divennero sempre più imponenti. Queste città erano sempre città-stato indipendenti una dalle altre, ma legate tra loro dalla stessa lingua, dalla stessa religione e quindi anche se indipendenti si sentivano parte di un unico popolo e di un’unica cultura. La novità che i Greci apportarono alle città-stato fu una nuova forma di governo. Nelle città-stato infatti non esisteva un solo re che comandava, ma le decisioni venivano prese da cittadini riuniti in assemblea. Nascono così le prime polis.

Immagini della civiltà dei Greci

Approfondimenti

Approfondisci questo argomento con le seguenti letture:

Conclusione

Eccoci arrivati alla fine di questo riassunto sull’ origine della civiltà Greca. Speriamo che le informazioni riportate vi siano state d’aiuto per la vostra ricerca o il vostro ripasso su questo popolo tra i più rappresentativi della storia antica.

Quanto hai trovato utile questo contenuto?

Clicca sulle stelline per votare

Punteggio medio 5 / 5. Voti totali: 1

Nessuno ha ancora votato. Potresti essere il primo!

Grazie 😍 Non perdere altri contenuti come questo!

Seguici sui nostri canali social

Siamo spiacenti che tu non abbia trovato utile questo contenuto 😞

Aiutaci a capire perchè!

Secondo te, come potremmo migliorare i nostri contenuti?