Castello Aragonese

Ciao ragazzi! Siete pronti per partire alla scoperta di una delle città più affascinanti del Sud Italia? Vi porto a Taranto, una città che ha una storia antichissima e un patrimonio culturale e artistico molto importante. Qui potrete ammirare monumenti storici, visitare musei, scoprire il folklore e la cucina tipica del luogo. Siete curiosi di conoscere di più su questa meravigliosa città? Allora venite con me e lasciatevi incantare da Taranto!

Sapevi che...

Abbiamo scritto un eBook che contiene ben 50 Merende per la Scuola? Si tratta di ricette semplici e sane per preparare sfiziosi spuntini per il tuo intervallo e non solo. Puoi prepararli da solo o insieme ai tuoi genitori!

Scarica il libro

Alla scoperta di Taranto

Taranto è una città situata nella regione italiana della Puglia, sulla costa del Mar Ionio. È la terza città più grande della regione, con una popolazione di circa 200.000 abitanti.

La città ha una storia antica, risalente all’epoca greca, quando era conosciuta come Taras. Durante l’Impero Romano, Taranto era un importante porto commerciale e militare. Nel corso dei secoli successivi, la città passò sotto il controllo di varie potenze, tra cui i Bizantini, i Normanni, gli Angioini e gli Aragonesi.

Taranto è conosciuta anche per la sua grande importanza industriale, soprattutto per l’industria siderurgica, che è stata presente nella città fin dal XIX secolo. L’Ilva, uno dei più grandi impianti siderurgici d’Europa, si trova a Taranto ed è stato oggetto di molte controversie e scandali ambientali negli ultimi anni.

La città è anche famosa per il suo patrimonio artistico e culturale. Tra le attrazioni turistiche più importanti ci sono il Castello Aragonese, la Cattedrale di San Cataldo e il Museo Nazionale Archeologico di Taranto, che ospita una vasta collezione di reperti archeologici dalla Grecia antica e dal periodo romano.

Inoltre, Taranto è nota per la sua cucina deliziosa, basata principalmente su pesce fresco e altri prodotti locali. Piatti tipici della zona includono cozze ripiene, riso alla tarantina e la celebre tiella di riso, patate e cozze.

Infine, vale la pena menzionare che Taranto ha subito una forte crisi ambientale e di inquinamento, e sono stati avviati diversi progetti di bonifica della città e del suo territorio, al fine di contrastare e risolvere questa situazione.

Storia della città di Taranto

La storia di Taranto ha radici antiche e affascinanti, risalenti all’epoca greca.

Secondo la leggenda, la città fu fondata dal semidio greco Taras, figlio di Poseidone e della ninfa Satyria. La leggenda narra che Taras, naufragando sulle coste dell’attuale Taranto, venne salvato dal dio del mare Poseidone e decise di fondare la città in suo onore.

Taranto ebbe un ruolo di primo piano nell’antica Magna Grecia, una regione della penisola italiana dove si sviluppò una civiltà di cultura greca. La città era un importante centro di commercio e cultura, con una grande flotta di navi e una popolazione di artisti, scienziati e filosofi.

Nel 272 a.C., Taranto fu conquistata dai Romani, diventando una delle città più importanti dell’Impero. La città fu dotata di numerosi monumenti e opere pubbliche, tra cui l’anfiteatro, il teatro, l’acquedotto e il porto.

Con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, Taranto passò sotto il controllo dei Goti, dei Bizantini e dei Normanni, subendo un periodo di declino e instabilità.

Nel 1481, Taranto venne conquistata dagli Aragonesi, che la trasformarono in una delle città più importanti del Regno di Napoli. Durante il periodo aragonese, la città conobbe un nuovo periodo di splendore, con la costruzione di nuovi palazzi, chiese e fortificazioni.

Nel XIX secolo, Taranto divenne un importante centro industriale, grazie alla presenza di importanti impianti siderurgici e porti commerciali.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, Taranto fu pesantemente bombardata dagli Alleati, subendo gravi danni e perdite umane. Dopo la guerra, la città si riprese grazie alla ricostruzione e all’industrializzazione.

Negli ultimi decenni, Taranto ha subito una forte crisi ambientale e di inquinamento, e sono stati avviati diversi progetti di bonifica della città e del suo territorio, al fine di contrastare e risolvere questa situazione.

Territorio e morfologia di Taranto

Taranto si trova nella regione italiana della Puglia, sulla costa del Mar Ionio. Il territorio di Taranto si estende su una superficie di circa 209 km².

Il territorio di Taranto è caratterizzato da una morfologia piatta e costiera, con lunghe spiagge e colline dolci. La città è situata su un’ampia baia naturale, che è divisa in due parti dal Ponte Girevole, un ponte mobile che collega il centro storico con la zona portuale.

Il paesaggio della zona è caratterizzato anche da alcune colline che si ergono a nord della città, tra cui il Monte S. Angelo, il Monte Gallo e il Monte Episcopio.

Il clima di Taranto è mediterraneo, con estati calde e secche e inverni miti e umidi. La temperatura media annuale è di circa 18°C, con una media massima di 30°C in estate e una media minima di 8°C in inverno.

Taranto è una zona ricca di risorse naturali, tra cui i giacimenti di carbone e di minerali ferrosi, che hanno favorito lo sviluppo dell’industria siderurgica nella zona. La città ha anche una grande tradizione di pesca e di agricoltura, grazie alla presenza di fertili terreni agricoli e alla vicinanza del mare.

Fiumi e laghi di Taranto

Taranto è situata sulla costa del Mar Ionio e non ha grandi fiumi o laghi all’interno del suo territorio comunale.

Tuttavia, nei pressi della città si trovano alcuni fiumi di modesta entità, tra cui il fiume Lato, che scorre per circa 25 km nell’entroterra della città e sfocia nel Mar Ionio, e il fiume Tara, che attraversa la città di Statte, situata a pochi chilometri da Taranto.

Non esistono grandi laghi nella zona di Taranto, ma nelle vicinanze della città si trovano diverse lagune costiere, tra cui la laguna di San Leonardo, situata a nord della città, e la laguna di Saline, situata a sud.

Le lagune costiere della zona sono importanti dal punto di vista naturalistico, poiché costituiscono habitat di riproduzione e di svernamento per numerose specie di uccelli migratori. La laguna di San Leonardo, ad esempio, è un’area protetta che fa parte della Riserva naturale regionale Saline di Taranto e Grotte di Castellaneta, mentre la laguna di Saline è una zona di interesse naturalistico e paesaggistico.

Clima flora e fauna di Taranto

Clima

Taranto ha un clima mediterraneo, caratterizzato da estati calde e secche e inverni miti e umidi. La temperatura media annuale è di circa 18°C, con una media massima di 30°C in estate e una media minima di 8°C in inverno.

Flora

Il territorio di Taranto è caratterizzato da una vegetazione mediterranea, con la presenza di macchia mediterranea, pinete, lecci e querce da sughero. Inoltre, lungo la costa si possono trovare zone di dune sabbiose e vegetazione costiera.

Fauna

La fauna del territorio di Taranto è caratterizzata dalla presenza di diverse specie di uccelli migratori che sostano nella zona delle lagune costiere durante la migrazione, come la spatola, l’avocetta, il cavaliere d’Italia, il fratino e il tuffetto. Inoltre, lungo la costa si possono avvistare numerose specie di uccelli marini, come il gabbiano, la gazza marina e il cormorano.

Nel territorio di Taranto sono presenti anche diverse specie di mammiferi, tra cui volpi, istrici, tassi e cinghiali. Nelle acque del Mar Ionio al largo della città è possibile trovare numerose specie di pesci, tra cui orate, spigole, sgombri, tonni e ricciole. Inoltre, lungo la costa è possibile avvistare anche alcune specie di tartarughe marine, come la tartaruga comune e la tartaruga verde.

I monumenti più importanti di Taranto

Taranto è una città ricca di monumenti e luoghi di interesse storico e culturale. Tra i monumenti più importanti di Taranto ci sono:

  • La Cattedrale di San Cataldo: situata nel centro storico della città, la cattedrale risale al XII secolo e presenta un’architettura romanica con influenze pugliesi e bizantine.
  • Il Castello Aragonese: situato sulla punta della penisola di Taranto, il castello risale al XVI secolo e presenta una maestosa architettura militare.
  • Il Ponte Girevole: costruito nel 1887, il Ponte Girevole collega il centro storico di Taranto con la zona portuale. È un’opera ingegneristica di grande importanza per la città.
  • Il Palazzo Pantaleo: situato nel centro storico di Taranto, il palazzo risale al XVIII secolo ed è uno dei migliori esempi di architettura barocca a Taranto.
  • Il Museo Archeologico Nazionale: situato nella parte nord della città, il museo ospita una vasta collezione di reperti archeologici provenienti dalla zona di Taranto e dalla Magna Grecia.
  • La Chiesa di San Domenico Maggiore: situata nel centro storico di Taranto, la chiesa risale al XIII secolo ed è un esempio di architettura gotica.
  • Il Teatro Comunale: situato nel centro storico di Taranto, il teatro risale al XIX secolo ed è uno dei teatri più importanti della Puglia.
  • Il Ponte Punta Penna: situato nella parte sud della città, il ponte risale al 1960 ed è uno dei simboli dell’ingegneria moderna di Taranto.
  • La Basilica di San Martino: situata nella parte sud della città, la basilica risale al IX secolo ed è un esempio di architettura romanica-pugliese.
  • Il Parco Archeologico di Saturo: situato a pochi chilometri dalla città, il parco ospita una vasta area archeologica con resti di insediamenti della Magna Grecia.

L’economia di Taranto

L’economia di Taranto è principalmente basata sull’industria, con particolare riferimento al settore siderurgico e metallurgico. La città ospita infatti il più grande stabilimento siderurgico d’Europa, gestito dalla società ILVA (acquisita dal gruppo ArcelorMittal), che rappresenta uno dei principali datori di lavoro della città.

Oltre all’industria siderurgica, il porto di Taranto rappresenta un’importante risorsa economica per la città, essendo uno dei porti più grandi del Mar Mediterraneo e un importante hub per il traffico commerciale.

Inoltre, Taranto è un importante centro di attività commerciali e di servizi, con una vasta gamma di attività che spaziano dall’agricoltura, all’artigianato, al turismo. La città è anche sede di una base militare della Marina Italiana, che rappresenta una fonte di occupazione per molti cittadini.

Nel corso degli ultimi anni, l’economia di Taranto è stata colpita da diverse crisi legate alla gestione dell’industria siderurgica, in particolare a causa degli alti livelli di inquinamento ambientale generati dalle attività dello stabilimento ILVA. Tuttavia, la città sta cercando di diversificare la propria economia, promuovendo lo sviluppo di attività legate al turismo, alla cultura e alla tecnologia.

Folklore e cucina di Taranto

Il folklore di Taranto è molto vario e ricco di tradizioni. Tra le feste più importanti c’è quella di San Cataldo, il patrono della città, che si celebra il 10 maggio con una processione che attraversa le vie del centro storico.

Inoltre, la città è famosa per la Tarantella, una danza tradizionale che si balla suonando tamburelli e che prende il nome dalla città di Taranto. La tarantella è stata considerata per molto tempo una sorta di cura per la tarantolati, ovvero coloro che venivano morso dal ragno tarantola e che, secondo la credenza popolare, potevano guarire ballando questa danza.

Per quanto riguarda la cucina, Taranto offre una vasta gamma di piatti tipici, che spaziano dalla cucina di mare a quella di terra. Tra i piatti più famosi ci sono:

La Tiella: un piatto a base di riso, patate e cozze, cotto al forno in una teglia di terracotta.

La Puccia: un pane morbido, farcito con prosciutto crudo, formaggio e pomodoro.

I Calamari ripieni: calamari ripieni con pane grattugiato, prezzemolo e aglio, cotti al forno o in umido.

La Pasta con le sarde: una pasta condita con le sarde, pangrattato, finocchietto selvatico e uvetta.

I Ficazza: un dolce a base di fichi secchi, mandorle e spezie.

Inoltre, Taranto è famosa per i suoi vini, in particolare il Primitivo di Manduria, un vino rosso dal sapore intenso e corposo, e il Moscato di Trani, un vino dolce e aromatico.

Curiosità sulla città di Taranto

Ecco alcune curiosità sulla città di Taranto:

  • Taranto è stata fondata dagli Spartani nel VIII secolo a.C. ed è stata una delle città più importanti della Magna Grecia.
  • Taranto è stata la prima città della Puglia ad avere un sistema di illuminazione pubblica elettrica, inaugurato nel 1884.
  • Nel 2014, il porto di Taranto è stato il primo porto italiano ad avere un terminal per il GNL (gas naturale liquefatto).
  • La spiaggia di San Vito, situata nei pressi di Taranto, è stata utilizzata come location per il film “007 – Quantum of Solace”.
  • Taranto è stata la prima città italiana a introdurre la raccolta differenziata dei rifiuti, già negli anni ’80.
  • Il famoso pittore Michelangelo Merisi, noto come Caravaggio, ha dipinto la tela “San Francesco d’Assisi in preghiera” conservata presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi a Taranto.
  • Nel centro storico di Taranto si trova il famoso ponte girevole, che permette alle navi di passare dal Mar Grande al Mar Piccolo.
  • Il Teatro comunale di Taranto, inaugurato nel 1884, è stato progettato dall’architetto napoletano Giovanni Battista Filippo Basile, autore anche del Teatro Massimo di Palermo.
  • Taranto è stata scelta come sede di una delle cinque nuove università telematiche italiane, l’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Conclusione

E così la nostra avventura alla scoperta della città di Taranto giunge al termine. Spero che vi sia piaciuta questa ricerca e che abbiate imparato molte cose interessanti sulla città e sulla sua storia millenaria. Ricordate sempre che conoscere nuovi posti e culture diverse è un’esperienza arricchente che ci permette di ampliare la nostra visione del mondo e di scoprire sempre nuovi aspetti della vita. Vi ringrazio per avermi accompagnato in questo viaggio virtuale e vi auguro di continuare ad esplorare e scoprire il mondo con curiosità e interesse. Alla prossima!

Se volete approfondire la vostra conoscenza sulla città di Taranto vi consigliamo di acquistare delle guide qui.

50 Merende Per La Scuola

Viaggia, conosci, esplora l’Italia

Esistono tantissimi giochi e risorse utili che possono aiutare i bambini a comprendere e memorizzare al meglio la geografia, soprattutto quella del nostro paese. Tra i tanti prodotti disponibili, consigliamo un meraviglioso puzzle chiamato Viaggia, conosci, esplora l’Italia.

Puzzle sull'Italia

 

Noi l’abbiamo regalato ai nostri bambini e lo hanno letteralmente adorato, facendolo e rifacendolo più volte. Contiene anche un bellissimo libretto illustrato. Qui sotto vi mostriamo alcune foto. Se vi piace e volete regalarlo ai vostri figli, lo trovate a questo link.

Quanto hai trovato utile questo contenuto?

Clicca sulle stelline per votare

Punteggio medio 4 / 5. Voti totali: 1

Nessuno ha ancora votato. Potresti essere il primo!

Grazie 😍 Non perdere altri contenuti come questo!

Seguici sui nostri canali social

Siamo spiacenti che tu non abbia trovato utile questo contenuto 😞

Aiutaci a capire perchè!

Secondo te, come potremmo migliorare i nostri contenuti?

Ti abbiamo aiutato?

Aiutaci a rimanere attivi e a produrre altri contenuti come questo. Basta poco!

Diventa sponsor o produttore esecutivo del nostro sito

Sapevi di poter diventare “sponsor”, “main sponsor” o “produttore esecutivo” di ricercheperlascuola.it? Clicca qui per saperne di più.

Oppure…

Se devi acquistare qualsiasi cosa su Amazon, potresti farlo cliccando qui. In questo modo Amazon ci riconoscerà una piccola percentuale sul tuo acquisto. A te non cambia nulla; per noi sarà un piccolo, grande aiuto!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.