La riproduzione delle piante

La riproduzione delle piante

Lo sapevi che anche le piante si riproducono? Oggi scopriremo assieme come avviene questo incredibile miracolo della natura, tra pistilli, pollini, semi, frutti e tutto ciò che concorre alla riproduzione delle piante.

Prima di iniziare a leggere...

Stampa e ritaglia i nostri cartoncini!

Abbiamo preparato dei coloratissimi cartoncini da stampare e ritagliare. Contengono le tracce che puoi seguire per scrivere le tue ricerche scolastiche di storia, geografia e scienze! Inserisci i dati per riceverli via email! 😉

* campi obbligatori
   

Anche le piante si riproducono

Le piante come tutti gli esseri viventi si riproducono. La riproduzione delle piante è sessuata, cioè ha bisogno di una cellula femminile che incontra una cellula maschile. Queste cellule speciali si trovano in una parte della pianta quando è il momento della riproduzione: nelle angiosperme, che sono le piante più diffuse, questa parte è il fiore. La cellula femminile è l’ovulo che si trova nell’ovario all’interno del fiore. La cellula maschile è il polline che si trova nelle antere. Le antere si trovano alla fine degli stami. La struttura del fiore è così composta:

  • Sepalo: Ciascuno degli elementi che formano il calice di un fiore, per lo più di colore verde, con caratteristiche molto simili a quelle della foglia; ha funzione protettiva.
  • Petalo: è un particolare tipo di foglia che costituisce il fiore nelle piante angiosperme. L’insieme dei petali prende il nome di corolla che, assieme al calice formato dai sepali, costituisce la parte sterile del fiore. 
  • Pistillo: è la parte femminile dei fiori nelle piante angiosperme, che termina con l’ovario dove sono contenuto gli ovuli.
  • Stame: ciascuno degli sporofilli del fiore delle angiosperme, costituito da un filamento e da un’antera entro cui si forma il polline.
  • Antera: porzione terminale dello stame dei fiori, in cui si forma il polline.
  • Ovario: parte inferiore del pistillo, nelle piante angiosperme, che contiene gli ovuli; dopo la fecondazione, questi si evolvono in semi, mentre l’ovario diventa frutto. 
  • Ovulo: cellula femminile della pianta. Una volta avvenuta la fecondazione gli ovuli sono destinati a trasformarsi in semi.

Come avviene la riproduzione

  • La riproduzione delle piante avviene grazie al vento, agli insetti e all’acqua che trasportano il polline, liberato dalle antere di un fiore, sul pistillo di un altro fiore: questo processo si chiama impollinazione.
  • La cellula maschile, cioè il polline, scende grazie al pistillo fino all’ovulo e si unisce alla cellula femminile: è la fecondazione.
  • L’ovulo fecondato si trasforma nel seme, che al suo interno ha il nuovo essere vivente. L’ovario a questo punto si ingrossa e si trasforma nel frutto, che protegge il seme.
  • Quando il frutto è maturo, i suoi semi si disperdono. Nel terreno il seme inizia la germinazione, cioè la nuova piantina inizia a crescere.

I frutti per fare in modo che i loro semi possano raggiungere terreni fertili in cui germinare usano diversi trucchi: alcuni frutti hanno degli uncini per agganciarsi al pelo degli animali, altri sono fatti come delle eliche in modo che il vento li possa trasportare altri ancora sono un cibo nutriente per gli animali, che poi espelleranno i semi nell’ambiente.

L’importanza delle piante

Le piante sono un bene importantissimo per l’ambiente e per l’uomo. Il 21 novembre di ogni anno si celebra “La giornata Nazionale degli Alberi” proprio per diffondere il rispetto per le piante. I motivi principali dell’importanza delle piante sono:

  • La respirazione: le piante producono ossigeno necessario per tutti gli esseri viventi.
  • Le risorse alimentari: le piante sono un sostento per le risorse alimentari del pianeta come i cereali, gli ortaggi e le piante da frutto.
  • Il legno: le piante forniscono il legno usato per riscaldare le nostre abitazioni.
  • Le radici: attraverso le radici le piante rendono il terreno più stabile e prevengono le frane.
  • L’inquinamento: alcune piante trattengono le particelle inquinanti presenti nell’aria
  • Le fonti di materiale: dalle piante l’uomo ricava molti materiali come il legno, la carta, le fibre tessili ecc…. e ricava anche molte sostanze medicinali.
  • L’umidità: le piante con la loro chioma formano una zona d’ombra che mantiene umido il terreno e così facendo rinfrescano la temperatura.

Conclusioni

Eccoci arrivati alla fine di questa nostra ricerca sulla riproduzione delle piante. Speriamo che le informazioni trattate ti siano state d’aiuto per scrivere una ricerca per la scuola o per effettuare un ripasso su questo argomento affascinate!

Quanto hai trovato utile questo contenuto?

Clicca sulle stelline per votare

Punteggio medio 5 / 5. Voti totali: 1

Nessuno ha ancora votato. Potresti essere il primo!

Grazie 😍 Non perdere altri contenuti come questo!

Seguici sui nostri canali social

Siamo spiacenti che tu non abbia trovato utile questo contenuto 😞

Aiutaci a capire perchè!

Secondo te, come potremmo migliorare i nostri contenuti?