Il Colosseo

Roma ai tempi della monarchia

Oggi parleremo della società romana e della sua struttura nella Roma monarchica. Approfondiremo la sua divisione tra patrizi e plebei e parleremo dell’ importanza della famiglia per i Romani. Questo riassunto è ideale per bambini della scuola primaria, o scuola elementare. Siete pronti per questo viaggio dedicato alla cultura degli antichi Romani? Allora iniziamo!

Buona ricerca, o buon ripasso, sulle classi sociali e sulla famiglia dell’antica Roma monarchica!

Prima di iniziare a leggere...

Stampa e ritaglia i nostri cartoncini!

Abbiamo preparato dei coloratissimi cartoncini da stampare e ritagliare. Contengono le tracce che puoi seguire per scrivere le tue ricerche scolastiche di storia, geografia e scienze! Inserisci i dati per riceverli via email! 😉

* campi obbligatori
   

Classi sociali nella società romana

Patrizi e plebei

La società romana ai tempi della Monarchia era divisa in due classi sociali ben distinte: patrizi e plebei.

  • Patrizi: erano i diretti discendenti dei fondatori di Roma e venivano chiamati con l’appellativo di “patres” cioè padri. Avevano la maggior parte dei terreni coltivabili, perciò rappresentavano la classe sociale più ricca e potente. Erano inoltre gli unici che potevano far parte del Senato.
  • Plebei: discendevano dalle famiglie giunte a Roma per lavorare, erano stati accolti dai “patres” ai tempi della fondazione di Roma e a loro erano state assegnate le terre più periferiche e meno produttive. Rappresentavano la maggior parte della popolazione; erano plebei i contadini, i commercianti e gli artigiani. Non potevano partecipare alla vita politica della città, ma venivano obbligati se necessario ad arruolarsi nell’esercito. In caso di vittoria dell’esercito però non avevano diritto a spartirsi le terre conquistate che invece venivano spartite tra le famiglie dei patrizi.
  • Infine c’era la classe degli schiavi: essi non erano neanche considerati una classe sociale. Erano prigionieri di guerra e venivano comprati e venduti dai loro padroni, che avevano su di loro anche diritto di vita o di morte. Gli schiavi potevano tuttavia ottenere la libertà se gli veniva concessa dal loro padrone e in questo caso diventavano “liberti” e i loro discendenti venivano considerati Romani a tutti gli effetti.

La famiglia Romana

I romani avevano una concezione di famiglia molto diversa dalla nostra attuale. La famiglia romana comprendeva non solo i parenti veri e propri, ma anche i propri servitori e persone legate alla famiglia che non avevano legami di sangue diretti. L’importanza della famiglia era data dai suoi antenati e spesso famiglie ricche e potenti che avevano un antenato importante in comune formavano un gruppo detto “gens” in cui tutti si sostenevano a vicenda. La famiglia ai tempi della Roma antica era così costituita:

  • Il Pater familias: era l’uomo più anziano a capo di ogni famiglia. Tutti dovevano obbedire al pater familias, egli infatti aveva una grande potenza su tutti i membri della famiglia e poteva addirittura decidere se rifiutare un figlio. Questo capitava soprattutto per le figlie femmine, che spesso venivano abbandonate alla nascita.
  • La matrona e le donne: la matrona era la moglie del pater familias. Era tenuta in grande considerazione dal marito. All’interno della famiglia le donne potevano accumulare ricchezze, ma dovevano comunque obbedire al pater familias.
  • I figli: nella società romana c’era un’enorme differenza tra le bambine femmine e i bambini maschi. Le prime crescevano con la madre che si occupava anche della loro istruzione. I secondi venivano istruiti dal padre e nelle famiglie più ricche ricevevano un istruzione da un insegnate privato.
  • I servi e le ancelle: erano persone al servizio della matrona ed erano dipendenti del pater familias. Si trattava di liberti o parenti poveri o di servitori pagati e rimanevano all’interno del nucleo famigliare per intere generazioni.
  • I clientes: erano persone che avevano ricevuto dei favori dal pater familias ed erano quindi debitori verso di lui. Non avevano nessun grado di parentela con la famiglia. Per una famiglia avere tanti clientes era segno di grande ricchezza e potere.

Conclusioni

Eccoci arrivati alla fine di questo riassunto sulle classi sociali e sulla famiglia dell’antica Roma monarchica. Speriamo che le informazioni riportate vi siano state d’aiuto per la vostra ricerca o il vostro ripasso su questo popolo tra i più rappresentativi della storia antica.

Quanto hai trovato utile questo contenuto?

Clicca sulle stelline per votare

Punteggio medio 4 / 5. Voti totali: 1

Nessuno ha ancora votato. Potresti essere il primo!

Grazie 😍 Non perdere altri contenuti come questo!

Seguici sui nostri canali social

Siamo spiacenti che tu non abbia trovato utile questo contenuto 😞

Aiutaci a capire perchè!

Secondo te, come potremmo migliorare i nostri contenuti?