Matilde di Canossa

Matilde di Canossa: riassunto per bambini

Oggi parleremo di Matilde di Canossa, della sua vita e della sua storia tramite questo riassunto per bambini. Buona lettura!

Prima di iniziare a leggere...

Stampa e ritaglia i nostri cartoncini!

Abbiamo preparato dei coloratissimi cartoncini da stampare e ritagliare. Contengono le tracce che puoi seguire per scrivere le tue ricerche scolastiche di storia, geografia e scienze! Inserisci i dati per riceverli via email! 😉

Chi era Matilde di Canossa

Matilde di Canossa è stata una contessa e feudataria nota anche come Mathilde o Matilde di Toscana. Matilde è un personaggio storico che ricopre un ruolo di fondamentale importanza per il Medioevo.

Matilde di Canossa nasce a Mantova nel 1046. In giovane età eredita un grande territorio che comprende Lombardia, Emilia, Romagna e Toscana. Al centro di questo territorio si trova il comune di Canossa, sull’Appennino reggiano.

La vita di Matilde di Canossa

I primi anni di vita di Matilde di Canossa vengono segnati da un evento drammatico. Suo padre Bonifacio viene infatti ucciso a tradimento da un suo vassallo durante una battuta di caccia.

La madre Beatrice, rimasta vedova, si risposa con Goffredo il Barbuto, e stipula con lui un contratto che prevede che anche i loro figli si sarebbero dovuti sposare.

Le nozze tra Matilde di Canossa e il figlio di Goffredo il Barbuto, detto Goffredo il Gobbo, avvennero nel 1069.

Il matrimonio tra i due non è felice ma, nonostante questo, i due hanno una figlia, Beatrice, che però muore pochi giorni dopo il parto.

Appena Matilde si riprese, decise di fuggire dal marito e tornare a Canossa per stare con sua madre, la quale però muore nel 1076.

A quel punto Matilde di Canossa eredita le terre della famiglia, di cui si ritrova unica sovrana.

Matilde di Canossa e il Dictatus Papae

Nel 1075 Papa Gregorio VII emana quello che viene chiamato Dictatus Papae, ovvero un decreto che conferisce al papa molto potere.

Grazie al Dictatus Papae, l’autorità del papa viene addirittura resa più importante di quella dell’Imperatore.

Questo provoca il disappunto dell’imperatore Enrico IV e tra lui e Gregorio VII inizia un conflitto che termina con la scomunica dell’imperatore da parte del papa.

Matilde di Canossa in questa occasione si schiera a favore di Gregorio VII, nonostante fosse parente di Enrico IV.

I due parlarono personalmente solo nel 1077, quando il Papa era ospite nel castello di Matilde. Qui Enrico IV chiese scusa al papa e, per farsi perdonare, rimase per tre giorni e tre notti inginocchiato fuori dalla porta del castello cosparso di cenere.

A seguito di questo fatto, il papa tolse la scomunica verso l’imperatore.

Nel 1079 Matilde di Canossa donò al papa tutti i suoi averi. Questo fatto venne visto come offensivo da parte dell’imperatore, che secondo le leggi dell’epoca, vantava il diritto di entrarne in possesso.

Matilde sapeva benissimo questa cosa; il suo voleva infatti essere un gesto di sfida verso il potere dell’imperatore e un segno di vicinanza al mondo religioso, rappresentato dal papa.

Imperatore e papa continuarono a lottare tra loro in una vera e propria guerra che si concluse solo nel 1080 in una battaglia che portò le truppe di Enrico IV ad avere la meglio sulle milizie a difesa di Gregorio VII comandate proprio dalla stessa Matilde.

Matilde di Canossa riuscì però a resistere e a sconfiggere le truppe imperiali durante la battaglia di Sorbara.

Matrimonio con Guelfo V e vittoria contro l’imperatore.

Nel 1088 Matilde deve nuovamente fare i conti con Enrico IV. A quel punto la Contessa decise di sposare Guelfo V, con lo scopo di creare delle alleanze per contrastare l’imperatore.

Il matrimonio avvenne ma finì molto rapidamente perchè i due non andavano d’accordo.

Nel frattempo, le truppe di Enrico IV scesero di nuovo in Italia attraverso i territori governati da Matilde di Canossa, che alla fine riuscì a vincere la guerra grazie alla conoscenza del territorio e all’organizzazione dei combattenti.

Enrico IV morì nel 1106 e gli succedette il figlio Enrico V, verso il quale Matilde cambiò atteggiamento e strinse un accordo che mise fine alle lotte.

La morte di Matilde di Canossa

Matilde di Canossa morì nel 1115 a Bondanazzo di Reggiolo. Dal 1644 la sua salma riposa a Roma presso la Basilica di San Pietro.

Matilde è, insieme alla regina Cristina di Svezia, l’unica donna ad essere sepolta presso questo importante luogo per la cristianità.

La sua tomba è stata scolpita dal Bernini.

Conclusioni

Siamo giunti al termine di questo riassunto per bambini della scuola media dedicato a Matilde di Canossa. Speriamo che quanto scritto ti sia stato utile per la tua ricerca!

Quanto hai trovato utile questo contenuto?

Clicca sulle stelline per votare

Punteggio medio 5 / 5. Voti totali: 2

Nessuno ha ancora votato. Potresti essere il primo!

Grazie 😍 Non perdere altri contenuti come questo!

Seguici sui nostri canali social

Siamo spiacenti che tu non abbia trovato utile questo contenuto 😞

Aiutaci a capire perchè!

Secondo te, come potremmo migliorare i nostri contenuti?

Ti abbiamo aiutato?

Aiutaci a rimanere attivi e a produrre altri contenuti come questo. Basta poco!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.